La Penn State ha battuto la Purdue 35-31 in un’entusiasmante apertura della stagione giovedì che ha visto sette cambi di vantaggio e il quarterback dei Nittany Lions Sean Clifford ha vissuto un’intera carriera di emozioni in una notte. Sembrava che Penn State avrebbe preso il controllo del gioco in anticipo, poiché Clifford ha trovato Brenton Strange per un passaggio di touchdown da 67 yard con due secondi rimasti prima dell’intervallo per dare ai Nittany Lions un vantaggio di 21-10. È stato un vantaggio che non è durato a lungo una volta iniziato il secondo tempo.

I Boilermakers hanno dominato il terzo quarto, mettendo insieme due drive da touchdown e tenendo Penn State a 33 yard dall’attacco per portarsi in vantaggio 24-21. Penn State ha ripreso il comando all’inizio del quarto quarto quando Clifford ha trovato KeAndre Lambert-Smith per un passaggio di touchdown da 29 yard, ma la partita era tutt’altro che finita.

Due minuti dopo, dopo che Purdue è andato fuori tre e tre. Clifford ha effettuato un passaggio ben oltre la testa del bersaglio di Mitchell Tinsley e tra le braccia desiderose di Chris Jefferson di Purdue. Jefferson ha portato la palla a 72 yarde a casa per riportare Purdue in vantaggio, e sembrava che la notte di Penn State fosse finita. I Nittany Lions riuscirono a raggiungere solo 14 yard nei successivi due possedimenti e furono costretti a puntare, ma i Boilermakers non riuscirono a mettere l’ultimo chiodo nella bara, cosa che costò loro.

Penn State ha preso la palla ancora una volta a 2:22 dalla fine del gioco, e i Nittany Lions hanno messo insieme un drive di touchdown da 80 yard da otto giochi in 1:25, con Clifford che ha lanciato il suo quarto touchdown della notte, questa volta per KeyVone Lee, che ha segnato da 12 yard.

1. Sean Clifford è un giocatore

Clifford è stato sbattuto per quasi tutta la stagione 2021 e sembra che abbia avuto a che fare con una sorta di infortunio per tutta la sua carriera. Ha iniziato la partita con una doppietta al ginocchio sinistro e ha cercato di aggravare l’infortunio quando ha subito un colpo nel secondo quarto. Clifford è rimasto dentro e ha terminato il tempo, lanciando il touchdown da 67 yard a Strange, ma non è sceso in campo per il possesso di apertura del secondo tempo della Penn State.

È uscito dallo spogliatoio con la squadra, ma è stato visto rientrare quando Purdue ha aperto il primo tempo con la palla. La matricola a cinque stelle Drew Allar ha sostituito una serie prima del ritorno di Clifford. Dopo la partita, James Franklin ha detto che Clifford aveva a che fare con i crampi. Quando è stato intervistato da Jenny Taft della Fox, Clifford ha detto che aveva a che fare con “piccole ferite e modifiche”. In ogni caso, Clifford non ha guardato a piena forza per la maggior parte del secondo tempo, e ho pensato che sarebbe costato la partita a Penn State.

Mi sono anche chiesto se i Nittany Lions avrebbero fatto meglio a tornare ad Allar, dato che Clifford sembrava non avere mobilità, e il fatto che così tanti dei suoi lanci fossero alti mi ha fatto pensare se non stesse piantando su quella gamba sinistra.

Alla fine, non importava. Come ha già fatto molte volte in precedenza, Clifford ha sventrato e ha contribuito a portare la sua squadra a una vittoria in rimonta. I suoi quattro passaggi di touchdown hanno pareggiato un record in carriera.

2. La gente metterà in dubbio la chiamata in ritardo di Purdue

Purdue ha preso un vantaggio di 31-28 sulla scelta sei di Chris Jefferson a 8:29 dalla fine del gioco. I Boilermakers avevano altri due possessi e possibilità di bruciare il cronometro, ma hanno eseguito 11 giocate per 26 yard e, cosa più importante, a soli 3:43 dal cronometro. I Boilermakers hanno chiamato 13 passaggi di gioco a un solo rush (due sono stati richiamati ai rigori) e gli incompleti hanno permesso a Penn State di conservare i timeout.

Ovviamente, l’allenatore della Purdue Jeff Brohm sarà incerto e capisco perché. Detto questo, capisco anche il processo di pensiero di Brohm. L’attacco veloce di Purdue ha registrato una media delle peggiori 2,79 yard per trasporto di una nazione la scorsa stagione. Contro Penn State è migliorato a 4,1 per carry (esclusi i sacchi). Brohm probabilmente credeva che mandare la palla avrebbe bruciato più tempo, ma avrebbe portato a tre e out. Ha scelto di essere aggressivo e fare affidamento su ciò che la sua squadra sa fare meglio: lanciare la palla. Non ha funzionato, quindi dovrà convivere con le conseguenze, ma non ho odiato la decisione, anche se non ero del tutto d’accordo.

3. Penn State ha vinto, ma ci sono ancora serie preoccupazioni

Le vittorie sono vittorie e la Penn State non le restituirà, ma non mi ecciterei troppo. Prima di tutto, la linea offensiva di Penn State non ha giocato bene per quello che sembra il 50° anno consecutivo. I Nittany Lions hanno distribuito la palla in giro nel gioco di corsa, ma avevano una media di solo 3,4 yard per carry (esclusi i sack) e nessuno nella squadra aveva una media di oltre 3,9 yard per carry.

Sul lato difensivo della palla, la partita si è conclusa con un sack e la Penn State ne ha presi due in serata, ma hanno faticato a generare pressione per tutta la notte. Quando lo hanno fatto, è stato il risultato del nuovo coordinatore difensivo Manny Diaz che ha portato un blitz.

Arnold Ebikitie aveva 9,5 sack per guidare questa difesa la scorsa stagione, ma c’erano domande su chi si sarebbe fatto avanti per riempire i suoi panni in questa stagione. Una partita dopo, a quella domanda non è stata data risposta. La buona notizia è che Penn State ha ancora un’eccellente secondaria, ma le secondarie possono fare così tanto solo se le prime quattro non stanno generando pressione da sole.

4. Charlie Jones ha già pagato per Purdue

I fan dell’Iowa possono essere sentiti imprecare per tutta la notte mentre il trasferimento in Iowa ha avuto un fantastico debutto per i Boilermakers. Ha concluso con 12 catture per 153 yard e un touchdown. Jones ha preso solo 21 passaggi per 323 yard in tutta la scorsa stagione con gli Hawkeyes.

Leave your comment