Una misteriosa polmonite uccide tre persone in Argentina in un nuovo allarmante focolaio

  • I casi riguardano otto operatori sanitari e un paziente in terapia intensiva a Tucumán
  • Funzionari preoccupati perché Covid, influenza e hantavirus sono stati esclusi
  • Somiglianze allarmanti con il modo in cui il Covid ha iniziato a diffondersi a Wuhan alla fine del 2019

Tre persone sono morte a causa di una misteriosa polmonite in Argentina, facendo temere un nuovo focolaio virale.

Funzionari sanitari nel paese sudamericano hanno affermato che altri sei sono stati infettati da “polmonite di origine sconosciuta”.

I casi riguardano otto operatori sanitari e un paziente in terapia intensiva curati in un ospedale privato a Tucumán, una piccola regione a 800 miglia a nord-ovest della capitale Buenos Aires.

I funzionari sono preoccupati perché Covid, influenza e hantavirus sono stati tutti esclusi.

Il fatto che si sia diffuso agli operatori sanitari – spesso vittime di nuovi focolai virali – indica che il colpevole potrebbe essere una malattia infettiva.

Arrivano due anni e mezzo dopo che i rapporti di una polmonite inspiegabile hanno iniziato a fuoriuscire da Wuhan, in Cina, nel dicembre 2019. Si è rivelato essere Covid.

Tre persone sono morte a causa di una misteriosa polmonite in Argentina, facendo temere un nuovo focolaio virale (file image)

Tre persone sono morte a causa di una misteriosa polmonite in Argentina, facendo temere un nuovo focolaio virale (file image)

I casi si sono verificati a Tucumán, una piccola regione a 800 miglia a nord-ovest della capitale Buenos Aires

I casi si sono verificati a Tucumán, una piccola regione a 800 miglia a nord-ovest della capitale Buenos Aires

I primi sei pazienti hanno iniziato a manifestare sintomi tra il 18 e il 22 agosto.

Degli ultimi tre casi, due stanno ricevendo cure ospedaliere e uno è monitorato a casa

Luis Medina Ruiz, ministro della salute di Tucumán, ha dichiarato ai media locali: “Ciò che questi pazienti hanno in comune è la grave condizione respiratoria con polmonite bilaterale e compromissione in [X-ray] immagini molto simili a Covid, ma questo è escluso.’

Ha detto che i pazienti sono stati testati per più di 30 bug, tra cui “Covid, raffreddore, influenza di tipo A e B”, che sono tutti risultati negativi.

I campioni sono stati inviati all’amministrazione nazionale argentina dei laboratori e degli istituti sanitari per ulteriori analisi.

L’ospedale è stato bloccato e i contatti dei pazienti vengono rintracciati e isolati.

I funzionari stanno anche indagando se l’ondata di casi sia il risultato di un focolaio batterico, probabilmente dovuto all’acqua contaminata o alle unità di condizionamento dell’aria.

Gli esperti in Occidente hanno affermato che era troppo presto per iniziare a suonare il campanello d’allarme, nonostante le somiglianze dell’epidemia con l’emergenza del Covid.

Il team di intelligence sulle epidemie del Centro europeo per il controllo delle malattie ha monitorato il gruppo di casi da martedì.

E anche gli scienziati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stanno monitorando la situazione.

La professoressa Devi Sridhar, presidente della salute globale all’Università di Edimburgo, ha dichiarato a The Telegraph: “È ovviamente preoccupante, ma abbiamo ancora bisogno di informazioni chiave sulla trasmissione e, si spera, [on the] causa sottostante.

‘Questo mostra la nostra vulnerabilità collettiva agli agenti patogeni pericolosi. Un focolaio in qualsiasi parte del mondo, se non contenuto rapidamente, può diffondersi rapidamente grazie ai viaggi aerei e al commercio.’

FUORIUSCITA ARGENTINA: COSA SAPPIAMO?

Cos’è successo? Sei persone in Argentina sono state colpite da polmonite, infiammazione dei tessuti dei polmoni.

La polmonite è solitamente causata da un’infezione batterica o da un virus.

I pazienti argentini sono risultati negativi al test per 30 virus comuni, il che sta sollevando preoccupazioni che un nuovo agente patogeno potrebbe essere il colpevole.

Chi è colpito? Gli ultimi casi riguardano cinque operatori sanitari e un paziente in terapia intensiva.

Il paziente era in cura in un ospedale privato a Tucumán, una piccola regione a 800 miglia a nord-ovest della capitale Buenos Aires.

Due persone sono morte e le altre rimangono in ospedale.

È una preoccupazione? Gli esperti occidentali hanno detto che è troppo presto per dare l’allarme.

Ma le somiglianze con l’origine del Covid e gli ultimi due anni brutali della pandemia solleveranno senza dubbio preoccupazioni.

I rapporti di una polmonite inspiegabile hanno iniziato a fuoriuscire da Wuhan, in Cina, nel dicembre 2019.

Annuncio

.

Leave your comment