Era dopo la mezzanotte di mercoledì quando Liverpool il direttore sportivo Julian Ward ha realizzato il Approccio alla Juventus per Arthur Melo.

Un paio d’ore prima, la squadra di Jurgen Klopp lo aveva fatto battuto il Newcastle United 2-1 per gentile concessione di Fabio CarvalhoIl drammatico vincitore in ritardo ad Anfield. Tuttavia, il senso di gioia del tecnico era stato mitigato dalla notizia di quel capitano Giordano Henderson aveva danneggiato il tendine del ginocchio.

Questo si è rivelato essere il fattore scatenante per il Liverpool per rafforzare finalmente il reparto di centrocampo esaurito. Klopp, Ward e il presidente del Fenway Sports Group Mike Gordon erano pienamente d’accordo. Stare seduti stretti non era più un’opzione.

Non essendo stato in grado di concordare un accordo per uno dei loro obiettivi a lungo termine e con la scadenza del trasferimento che si avvicinava rapidamente, il Liverpool alla fine ha perseguito quella che è essenzialmente una firma provvisoria.

il Brasile internazionale è arrivato in prestito per una stagione. Con il 26enne eccedente al fabbisogno di Massimiliano Allegri e Juve desideroso di toglierlo dal loro stipendio, non è stato un accordo difficile da tirare fuori.

Liverpool


La mossa del Liverpool per Arthur è avvenuta rapidamente (Foto: Visionhaus/Getty Images)

Giovedì la Juventus ha rilasciato una dichiarazione in cui rivela che la quota di prestito per Arthur è di 4,5 milioni di euro e il Liverpool avrà la possibilità di acquistarlo per 37,5 milioni di euro la prossima estate. Dovrà avere un certo impatto per giustificare quel tipo di esborso. All’inizio della giornata fonti avevano indicato che l’accordo doveva essere un prestito diretto senza alcuna opzione per rendere permanente l’accordo.

Arthur, che aveva attirato l’interesse del Valencia e dello Sporting tra gli altri, non aveva bisogno di essere convinto per trasferirsi ad Anfield.

Conosce il trio del Liverpool Alisson, Fabinho e Roberto Firmino bene dai doveri della squadra nazionale e crede che questo sia il nuovo inizio di cui ha bisogno per rinvigorire la sua carriera. È entusiasta dell’opportunità di giocare per Klopp e non vede l’ora di sfruttare questa fase per ottenere un’azione regolare e assicurarsi il suo posto nella rosa del Brasile per il Coppa del Mondo in Qatar.

Le cose si sono mosse velocemente. Alle 10 di giovedì, Arthur era su un aereo privato con il suo agente Federico Pastorello diretto da Torino nel Regno Unito per sottoporsi alle visite mediche. Nonostante non abbia giocato per la Juventus finora in questa stagione, fonti vicine al giocatore insistono sul fatto che sia in forma e pronto per giocare.

Non è la dichiarazione di intenti in forte espansione che molti tifosi speravano prima della chiusura della finestra, ma è chiaro da tempo che i proprietari erano riluttanti a spendere una somma significativa ora dato che gli obiettivi primari del centrocampo del Liverpool non erano disponibili in questa finestra.

È stato un argomento caldo di dibattito da quando il Liverpool ha perso Real Madrid in corsa per l’acquisto del regista di fondo Aurelien Tchouameni dal Monaco a giugno. Inizialmente, Klopp ha escluso di perseguire un’alternativa ed è stato irremovibile di essere felice di intraprendere questa stagione con le opzioni già a sua disposizione.

Jude Bellingham è in cima alla sua lista dei desideri, ma Borussia Dortmund non l’avrebbero mai venduto quest’estate avendo già perso Erling Haaland a Manchester City. Il Liverpool spera di firmare la nazionale inglese da 100 milioni di sterline (115,4 milioni di dollari) il prossimo anno.

Una crisi di infortunio ha portato a un cambiamento di opinione da parte di Klopp sulla necessità di firmare come Alex Oxlade-Ciambellano, Curtis JonesThiago e Naby Keita tutti tirati su in rapida successione. Tuttavia, il manager ha anche sottolineato pubblicamente che non detiene i cordoni della borsa. Ha insistito sul fatto di sentirsi sufficientemente sostenuto dai proprietari, ma ha ammesso: “Di tanto in tanto rischierei un po’ di più, ma non decido”.

La scorsa settimana, il Liverpool ha chiesto informazioni sul nazionale austriaco Konrad Laimer, che è all’ultimo anno di contratto, ma RB Lipsia erano riluttanti a perderlo così vicino alla scadenza.

La situazione si è in qualche modo allentata con Jones che è tornato all’ovile questa settimana, ma con i timori che Henderson sarà messo da parte fino a dopo la pausa internazionale, il Liverpool semplicemente non poteva sedersi e non fare nulla. fabinho, Harvey ElliottFabio Carvalho, James MilnerJones e l’adolescente dell’accademia Stefan Bajcetic sarebbero stati gli unici centrocampisti disponibili.

Henderson


L’infortunio al tendine del ginocchio di Henderson ha spinto a ripensare (Foto: Tim Goode/PA Images via Getty Images)

Chiedevano copertura con un’iniezione di qualità ed esperienza, soprattutto considerando il fatto che il Liverpool affronta cinque partite nell’arco di 15 giorni questo mese e poi nove nell’arco di 28 giorni a ottobre.

L’ultima volta che il club ha agito in fretta verso la fine di una finestra di mercato non ha dato i suoi frutti. Ozan Kabak e Ben Davies erano opzioni economiche per aiutare ad alleviare una crisi di difensore centrale nel gennaio 2021 con un accordo per Ibrahima Konate già in cantiere per quell’estate. Nessuno dei due sembrava la parte con il Liverpool che ha deciso di non attivare la loro opzione per acquistare Kabak dopo il suo prestito da Schalke e Davies in partenza per ranger senza mai farsi vedere.

La differenza con Arthur, che ha ancora tre anni di contratto alla Juventus, è che ha un pedigree molto più grande.

Il personale di reclutamento del Liverpool lo considera simile nel profilo a Thiago. È tecnicamente dotato, resistente alla stampa e comodo nel possesso.

Una critica a lui in Italia è stato che prende troppi tocchi ed è troppo conservatore con la sua scomparsa. Anche lui ha avuto problemi di infortunio.

Tuttavia, il suo curriculum è sicuramente impressionante. Stiamo parlando di un giocatore che ha celebrato la vittoria della Copa Libertadores con il Gremio in patria prima di ottenere un trasferimento da 40 milioni di euro (34,5 milioni di sterline; 39,8 milioni di dollari). Barcellona nel 2018. Lionel Messi ha paragonato il suo stile a quello di Xavi, dicendo: “Quello che vuole sempre la palla, giocare corta e non perderla”.

Artù ha vinto La Liga e ha aiutato il Brasile a trionfare alla Copa America 2019. Il capo della nazionale Tite ha detto: “Trova sempre la migliore via di fuga, il miglior svenimento”. Dopo aver segnato quattro gol e contribuito con sei assist in 72 partite con il Barcellona, ​​si è trasferito alla Juventus nel giugno 2020.

Faceva parte di un accordo di scambio con Miralem Pjanic va dall’altra parte in quello che era effettivamente un esercizio di bilanciamento dei libri. La Juventus ha accettato di pagare 72 milioni di euro per Arthur in quattro installazioni con un potenziale di 10 milioni di euro da seguire in add-on. Pjanic è andato dall’altra parte per 60 milioni di euro su quattro installazioni con potenziali componenti aggiuntivi del valore di 5 milioni di euro.

La Juventus è riuscita a registrare una plusvalenza di 41,8 milioni di euro su Pjanic ma in campo non ha funzionato per nessuna delle due squadre. Arthur vanta un gol e un assist in 63 partite con la Juventus.

Non ha aiutato il suo periodo di adattamento a Torino il fatto che l’allenatore Maurizio Sarri sia stato esonerato appena un mese dopo il suo arrivo in seguito alla sconfitta contro il Lione negli ottavi di finale Champions League quando il calcio è ripreso durante la pandemia.

Andrea Pirlo, che è stato promosso dall’Under 23 alla prima squadra, voleva giocare insieme Arthur e Manuel Locatelli a centrocampo come fa l’Italia Jorgenho e Marco Verratti. Tuttavia, la Juventus non poteva ingaggiare Locatelli fino all’estate del 2021 e Arthur o non riusciva a mantenersi in forma o durava 90 minuti. La membrana tra la tibia e le ossa del perone nella gamba destra era calcificata.

Ci sono stati ancora alcuni momenti luminosi nel 2020-21, come la sua prestazione nella vittoria per 3-0 in casa del Barcellona in Champions League e nella vittoria della Supercoppa sul Napoli. Ma a lui si deve anche un pallonetto quadrato sulla propria area che ha permesso al Benevento di infliggere un’umiliante sconfitta casalinga. È stato escluso dalla rosa per il derby di Torino dopo aver violato le regole del COVID-19 andando a cena a casa del compagno di squadra Weston McKennie.

Pirlo ha ribaltato le cose finendo quarto ma alzare Supercoppa e Coppa Italia non è bastato al presidente Andrea Agnelli, che ha esonerato l’allenatore e ha riportato Allegri nel maggio 2021. Arthur è stato operato per rimuovere la calcificazione ed è rimasto fuori per tre mesi .

Al suo ritorno ha collezionato solo 11 presenze in campionato nel 2021-22 con Allegri che voleva che il suo centrocampo fosse più robusto, sottolineato dall’ingaggio di Denis Zakaria. La sensazione era che Arthur rallentasse troppo il gioco. Non c’era niente da fare per entrare nella scatola.

Artù


Arthur non gioca da maggio (Foto: Getty Images)

In disgrazia, il suo agente ha iniziato a cercare una mossa per lui a gennaio e c’era un serio interesse da parte di Arsenale. All’inizio di quest’estate, ci sono stati colloqui con il Valencia e anche lo Sporting ha valutato le sue opzioni. Ma non gioca a calcio competitivo da maggio.

Alcuni tifosi bianconeri si stanno grattando la testa, pensando che non può essere così male se Klopp e Liverpool lo vogliono. Non era proprio adatto allo stile di Allegri? Non è riuscito a tirare fuori il meglio da lui?

Altri credono che abbia avuto la sua occasione, non l’ha colta e che il nuovo centrocampo della Juventus con Paul Pogba, Fabio Miretti, Daniel Paredes e Locatelli prometta molto di più.

Ad ogni modo, Arthur ha giocato con Messi e Cristiano Ronaldo. È passato dal Barcellona alla Juventus ad Anfield. Non è una tazza.

La domanda scottante è quanto velocemente può adattarsi all’intensità del premier League? Può mantenersi in forma e pretendere seriamente di rimanere nel Merseyside oltre questa stagione?

Dal punto di vista finanziario, è un affare a basso rischio per il Liverpool, ma visti i problemi a centrocampo, è un affare di cui hanno un disperato bisogno di uscire.

(Foto in alto: Andrew Powell/Liverpool FC via Getty Images)

.

Leave your comment