Il logo della banca svizzera Credit Suisse è visibile presso la sua sede centrale in piazza Paradeplatz a Zurigo, Svizzera, il 1° ottobre 2019. REUTERS/Arnd Wiegmann

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

MILANO, 8 giu. (Reuters) – Azioni Credit Suisse (CSGN.S) è aumentato nettamente mercoledì pomeriggio, con i commercianti che citano un All’interno del rapporto Paradeplatz quella State Street con sede negli Stati Uniti (STT.N) sta pianificando un’offerta pubblica di acquisto per il prestatore in difficoltà, anche se alcuni nel settore dubitano dell’affermazione.

Le azioni del Credit Suisse hanno chiuso in rialzo del 3,8% a Zurigo dopo il balzo in avanti dopo il rapporto nel blog finanziario svizzero. Dai minimi toccati all’inizio della giornata, le azioni sono aumentate di oltre il 14%. Il più ampio mercato azionario europeo (.STOXX) era in calo dello 0,7%.

Il titolo era sceso vicino al minimo degli ultimi 20 anni nella sessione, dopo che la società aveva avvertito di una probabile perdita nel secondo trimestre a causa della volatilità che ha colpito la sua banca di investimento. leggi di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Negli Stati Uniti, azioni di State Street (STT.N)sono stati recentemente in calo di quasi il 5%, sottoperformando il mercato in generale.

Citando una fonte non identificata, Inside Paradeplatz ha detto che State Street avrebbe offerto 9 franchi svizzeri per azione, un premio di oltre il 30% rispetto al prezzo di chiusura di martedì. Ciò valuterebbe Credit Suisse a 23 miliardi di franchi (23,6 miliardi di dollari).

“Non risponderemo a una notizia precedente”, ha detto State Street in una nota. “Come abbiamo discusso in precedenza, siamo concentrati sulla nostra acquisizione in attesa del business Investors Services di Brown Brothers Harriman”.

Il Credit Suisse ha rifiutato di commentare.

Gli analisti erano scettici.

“Farei fatica a capire perché State Street dovrebbe essere l’acquirente di un franchising globale di banche d’investimento a servizio completo”, ha affermato Michael Brown, analista di Keefe, Bruyette & Woods. “Si estende oltre la loro competenza principale come società di servizi di asset e gestione patrimoniale”.

State Street ha annunciato lo scorso settembre di aver accettato di acquistare il business dei servizi per gli investitori della banca di investimento Brown Brothers Harriman & Co per $ 3,5 miliardi in contanti, rafforzando la sua mano nella battaglia per diventare la più grande banca depositaria del mondo. leggi di più

Gli analisti di Jefferies hanno scritto di aver considerato la combinazione “altamente improbabile” citando l’accordo in sospeso di State Street per l’acquisto dell’attività di servizi per gli investitori di Brown Brothers Harriman e le sfide legali / commerciali della banca svizzera.

Un importante broker statunitense, in un messaggio ai clienti, ha messo in dubbio la logica di qualsiasi interesse di State Street per la banca svizzera, citando sinergie poco chiare per il depositario statunitense, insieme al rischio di costi di capitale, tagli di posti di lavoro e rischi di contenzioso.

La speculazione sull’accordo arriva quando Credit Suisse mercoledì ha emesso un terzo avviso di profitto trimestrale consecutivo.

La banca ha descritto il 2022 come un anno di “transizione” in cui sta cercando di voltare pagina su costosi scandali che hanno portato a un rimpasto quasi totale del top management e a una ristrutturazione che cerca di ridurre l’assunzione di rischi, in particolare nella sua banca di investimento.

Le azioni hanno perso quasi la metà del loro valore da quando due dei maggiori shock, il crollo di $ 10 miliardi di fondi finanziari della catena di approvvigionamento legati a Greensill Capital e una perdita di oltre $ 5 miliardi sulla liquidazione delle negoziazioni da parte della società di investimento Archegos, hanno colpito la banca in Marzo 2021. Per saperne di più

Quei colpi hanno sollevato dubbi sul fatto che l’istituto di credito svizzero di punta, lasciato vulnerabile dagli scandali, possa essere sfidato dagli investitori che ne chiedono la rottura, o che il suo valore di mercato in calo lo renda un obiettivo per un’acquisizione ostile all’estero. leggi di più

Artisan Partners, uno dei primi dieci azionisti, ha dichiarato a Reuters il mese scorso che Credit Suisse dovrebbe iniziare a cercare un nuovo CEO, il primo grande investitore a chiedere pubblicamente una mossa del genere. leggi di più

Separatamente, fonti hanno detto a Reuters la scorsa settimana che Credit Suisse è nelle prime fasi di valutare le opzioni per rafforzare il proprio capitale dopo che una serie di perdite ha eroso i suoi buffer finanziari. leggi di più

($ 1 = 0,9739 franchi svizzeri)

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reportage di Danilo Masoni; Rapporti aggiuntivi di Sinead Carew, Brenna Hughes Neghaiwi e Niket Nishant; Montaggio di Ira Iosebashvili, Elaine Hardcastle e Richard Chang

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Leave your comment