James Patterson afferma che gli scrittori maschi bianchi affrontano “un’altra forma di razzismo”, non possono entrare nella scrittura

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

Mentre James Patterson rifletteva sullo stato del mondo della scrittura oggi, il romanziere di thriller più venduto con un patrimonio netto stimato di oltre $ 800 milioni si è lamentato di come un gruppo in particolare stia avendo difficoltà a trovare lavoro: gli uomini bianchi.

In effetti, l’autore più ricco d’America ha notato il Orari della domenica come i maschi bianchi, in particolare i maschi bianchi più anziani, stanno vivendo quella che ha descritto come “un’altra forma di razzismo” quando si tratta di cercare di sfondare come scrittori in TV, film, teatro o editoria.

“Di cosa si tratta? Puoi trovare un lavoro? Sì. È più difficile? Sì”, ha detto Patterson, 75 anni, al quotidiano britannico. “È ancora più difficile per gli scrittori più anziani. Non incontri molti maschi bianchi di 52 anni.

Ora, Patterson sta affrontando il contraccolpo di critici e scrittori che affermano che l’autore ha palesemente ignorato i dati recenti che mostrano come l’industria editoriale è stata e rimane “un’azienda di proprietà di uomini bianchi† In una diversità auto-audit da Casa casuale dei pinguini, l’editore ha scoperto che circa il 75% dei contributori durante quel periodo erano bianchi. Solo il 6% era nero, mentre il 5% era ispanico, mostra l’audit. La società ha anche riconosciuto che oltre il 74% dei suoi dipendenti erano bianchi.

Post Reports: “L’editoria è ancora un’attività di proprietà di uomini bianchi”

Un sondaggio del 2019 dell’editore per bambini Lee e libri bassi ha scoperto che l’85 percento del personale editoriale che acquisisce e modifica libri sono bianchi. Un rapporto 2020 del New York Times hanno trovato un risultato simile nell’industria editoriale statunitense, con l’89% dei libri scritti nel 2018 scritti da scrittori bianchi.

“James Patterson di tutte le persone”, l’autrice di best seller Roxane Gay twittato† “Prima di tutto, scrivi i tuoi libri, amico.”

Patterson usa ghostwriter per aiutarlo a pubblicare più titoli all’anno.

Un rappresentante di Patterson non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento all’inizio di martedì.

Con oltre 300 titoli a suo nome, Patterson è uno degli scrittori più prolifici del mondo dell’editoria. Ha venduto più di 400 milioni di copie dei suoi libri, con il Newyorkese lodando Patterson questa settimana come “l’autore più venduto al mondo”. I suoi 260 bestseller del New York Times hanno portato Publisher’s Weekly a soprannominarlo come l’autore più venduto dal 2005.

Forbes segnalato nel 2018 quel Patterson valeva un valore netto stimato di $ 800 milioni, legandolo al golfista Tiger Woods. Patterson ha realizzato un stimato $ 70 milioni solo nel 2019, secondo Forbes, dietro solo a JK Rowling.

Mentre centinaia di milioni di persone hanno acquistato i suoi libri, critici e autori hanno criticato Patterson sul suo stile di scrittura e sull’uso di ghostwriter per aiutarlo a pubblicare più titoli all’anno. ha detto Patterson Il Washington Post nel 2016 che il suo stile semplice e dichiarativo ha lo scopo di “accendere i proiettori cinematografici nelle nostre teste”.

“Ho preso il grasso dai romanzi commerciali”, ha detto all’epoca. “In moltissimi romanzi, c’è più di quanto dovrebbe esserci.”

James Patterson per lo più non scrive i suoi libri. E i suoi nuovi lettori per lo più non leggono – ancora.

L’ascesa di Patterson è dovuta, in parte, al successo della sua serie “Alex Cross”, in cui un immaginario detective nero affronta minacce alla sua famiglia ea Washington. La serie ha portato a tre film, con l’attore Morgan Freeman che interpreta Cross in “Kiss the Girls” e “Along Came a Spider”.

Quando il Sunday Times ha osservato il primo successo di una serie che coinvolge un personaggio principale nero, Patterson ha notato che la razza non ha avuto un problema nello sviluppo di uno dei suoi personaggi più memorabili.

“Volevo solo creare un personaggio che fosse Black”, ha detto Patterson. “Non avrei provato a scrivere una saga seria su una famiglia nera. È diverso in un giallo perché la trama è così importante”.

Oltre ai suoi commenti sugli uomini bianchi nell’editoria, Patterson ha denunciato la decisione del suo stesso editore, Hachette Book Group, di abbandonare il libro di memorie di Woody Allen nel 2020 dopo che i dipendenti hanno organizzato una protesta contro il libro a causa delle accuse di abusi sessuali di lunga data contro il famoso regista. Il libro di memorie di Allen, “Apropos of Nothing”, è stato infine ripreso da Arcade Publishing.

“Lo odiavo”, ha detto Patterson del libro di Allen che è stato ritirato. “Ha il diritto di raccontare la sua storia”.

Patterson ha aggiunto: “Sono quasi sempre dalla parte della libertà di parola”.

Ma gran parte dell’attenzione dell’intervista di Patterson è stata sulla sua affermazione che gli uomini bianchi stanno lottando per trovare lavoro nell’editoria. Gina Denny, editore associato presso l’editore TouchPoint Press, notato che quando USA Today ha riportato i commenti di Patterson, solo nove autori nell’elenco dei 150 bestseller del giornale c’erano scrittori non bianchi. Tre dei titoli di Patterson sono entrati nella lista, mentre solo cinque donne di colore e quattro uomini di colore erano nell’elenco dei bestseller. Il resto era composto da uomini bianchi di età compresa tra i 36 e gli 84 anni, ha detto Denny, e alcuni dei maschi bianchi della lista sono morti da tempo.

“Gli uomini bianchi morti hanno, statisticamente, la stessa probabilità di essere nell’elenco dei bestseller di USA Today come una persona di colore”, Denny ha scritto

Diversi scrittori neri si sono opposti ai commenti di Patterson, tra cui Shola Mos-Shogbamimu, autrice di “This is Why I Resist”.

«Che ottusa affermazione di James Patterson. È meglio che raccolga libri e si istruisca su cosa sia il razzismo “, lei ha scritto† “Gli mancano i bei vecchi tempi quando gli uomini bianchi avevano TUTTI i concerti di scrittura?”

Frederick Joseph ha osservato che 20 editori hanno rifiutato “Patriarchy Blues”, che è diventato un bestseller il mese scorso, perché disse le case editrici “non pensavano che la gente avrebbe comprato un libro di un uomo di colore che parlava di patriarcato”.

“James Patterson pensa che gli uomini bianchi stiano affrontando il razzismo nell’editoria”, ha scritto Joseph, che ha scritto due libri di successo. “Da un uomo di colore che ha avuto più di 50 rifiuti di libri (che ora sono tutti bestseller) perché gli editori bianchi non li capiscono o ‘hanno già autori maschi neri’… stai zitto.”

Joseph aggiunto“Supporta gli autori neri”.

Per tutto il tempo, Patterson continua a vendere. La sua autobiografia, “James Patterson di James Patterson”, ha debuttato la scorsa settimana, e “Run, Rose, Run”, il suo bestseller di marzo, è stato recentemente ripreso dalla Sony Pictures, secondo Scadenza

Leave a Comment

Your email address will not be published.