Mi iscrivo a molte newsletter. Anch’io ne ho letti la maggior parte. Ma i loro autori non lo saprebbero perché ho disabilitato i tracker che rilevano e informano i mittenti quando gli abbonati aprono le loro e-mail. Non è niente di personale; Non voglio che nessuno sappia cosa leggo, quando, quante volte l’ho letto, il dispositivo su cui l’ho letto e anche dove mi trovavo quando l’ho letto. e tu?

Oh, non sapevi che era possibile per i mittenti di e-mail sapere tutto su di te solo perché hai fatto clic su Apri? esso molto lo èe succede molto — in particolare nelle newsletter e nelle e-mail di marketing. Ma i tracker non si limitano a loro. Chiunque può intrufolare un tracker nella tua e-mail; servizi che fanno questo sono abbondante e gratuito. Se sei il tipo di persona che disattiva le conferme di lettura su SMS e DM, probabilmente non è una buona notizia da leggere.

Sebbene sia inquietante pensare che le tue abitudini di lettura della posta elettronica vengano monitorate, questo non è l’unico motivo per cui dovresti prendere in considerazione l’adozione di alcuni passaggi aggiuntivi per proteggere la tua posta elettronica. Il tuo indirizzo email è diventato uno dei tuoi identificatori migliori e più persistentie i broker di dati e gli esperti di marketing abbineranno ciò che fai con esso in un posto con ciò per cui lo hai usato in altri. Ciò li aiuta a costruire un profilo sempre più completo della tua vita online (e offline). Potrebbe andar bene ricevere e-mail dal negozio a cui hai fornito il tuo indirizzo o anche da quel negozio sapendo se hai aperto le loro e-mail. Potresti non essere così d’accordo con un sacco di altre società con cui non hai alcun rapporto con la conoscenza. Ma è esattamente quello che succede.

C’è anche il fattore sicurezza. Le e-mail vengono trapelate in caso di violazione dei dati tutto il tempoe c’è molto che un hacker determinato può fare con il tuo indirizzo e-mail, soprattutto perché gli indirizzi e-mail spesso raddoppiano come accessi. Se un’azienda non ha il tuo vero indirizzo email, è una cosa in meno di cui devi preoccuparti di uscire se (o, davvero, quando) quell’azienda viene hackerata.

La buona notizia è che ci sono modi per proteggere meglio la privacy della tua posta elettronica. Ne è appena uscito uno nuovo: DuckDuckGo, il la privacy prima di tutto fornitore di motori di ricerca, ha appena aperto il suo Protezione e-mail servizio dopo un anno di beta test. Apple, Firefox e Proton hanno offerte simili, ognuna con i propri pro e contro.

Ecco alcuni servizi e modi per rendere la tua email più privata e perché dovresti considerare di usarli. Queste non sono le uniche aziende che offrono questi servizi, ma ciascuna ha la reputazione di proteggere la privacy dei propri utenti. In alcuni casi, questa è la loro missione.

Nascondi il tuo indirizzo email

Uno dei modi migliori per proteggere la privacy della tua e-mail è anche uno dei più ovvi: non fornire il tuo indirizzo e-mail in primo luogo. Ma gli indirizzi e-mail sono preziosi, quindi le aziende faranno tutto il possibile per ottenerli. Forse ti chiederanno di fornire loro il tuo indirizzo e-mail se vuoi ordinare qualcosa, o ti daranno uno sconto succoso davanti a te in cambio.

Una soluzione consiste nell’utilizzare un servizio che ti fornisce un indirizzo e-mail alias, che reindirizza i messaggi alla posta in arrivo di tua scelta. In questo modo, puoi ricevere tutte le e-mail (e i coupon) nella tua vera casella di posta senza che i mittenti sappiano qual è il tuo vero indirizzo.

Forse l’esempio più noto di questo è quello di Apple “Nascondi la mia email“caratteristica. Io uso questo, quindi posso dirti che funziona come promesso. Ottengo alias illimitati e ne uso uno diverso ovunque. Ma, come sembra essere il caso di tutto ciò che Apple, funziona molto meglio all’interno dell’ecosistema Apple che al di fuori di esso. Se hai effettuato l’accesso al tuo account iCloud, utilizzando un dispositivo Apple, utilizzando il browser Safari di Apple o utilizzando accedi con Apple, quindi Nascondi la mia e-mail apparirà come opzione alle richieste dell’e-mail. Creare e inserire il tuo indirizzo email falso è facile come inserire quello vero.

Ma se stai utilizzando un prodotto o un servizio non Apple, il processo diventa molto più dispendioso in termini di tempo e fastidio. Un altro inconveniente è che costa denaro. Devi avere un account iCloud+, che parte da 99 centesimi al mese e include altre cose, come l’archiviazione cloud estesa. Quindi, sebbene Hide My Email sia una buona funzionalità per alcuni, probabilmente non è l’opzione migliore per tutti.

La protezione e-mail di DuckDuckGo semplifica la creazione di indirizzi e-mail falsi.

La protezione e-mail di DuckDuckGo, d’altra parte, è gratuita. Ed è disponibile sulla maggior parte dei browser Web se installi l’estensione di DuckDuckGo, che puoi ottenere tramite il sito di DuckDuckGo o il negozio di estensioni del tuo browser (l’eccezione notevole è Safari, anche se DuckDuckGo dice che è in lavorazione). Dopodiché, apparirà automaticamente come opzione ogni volta che c’è un messaggio di posta elettronica, simile a Nascondi la mia posta. Ottieni tutti gli alias che desideri, la configurazione è semplice e ha alcune altre funzionalità di cui parlerò più avanti.

c’è anche Relè di Firefox, che ha un’opzione gratuita e una a pagamento. Quello gratuito ti dà solo 5 alias, mentre il livello a pagamento ha indirizzi illimitati. Sono 99 centesimi al mese, anche se Firefox afferma che il prezzo sarà disponibile solo per un periodo di tempo limitato. Inoltre, l’estensione del browser necessaria per utilizzare facilmente Inoltro nei messaggi di posta elettronica non è disponibile su tutti i browser. Infine, devi avere o creare un account Firefox per usarlo. È abbastanza facile da fare, ma è anche un passaggio in più che potresti non voler fare quando ti iscrivi a un servizio che dovrebbe aiutarti a evitare di dare via i tuoi dati durante la configurazione degli account.

Infine, Proton, noto soprattutto per il suo servizio di posta elettronica crittografato, ora offre la possibilità di creare indirizzi e-mail alias con piani Proton Mail a pagamento, che partono da $ 3,99 al mese. L’opzione più economica ti dà solo 10 alias, quindi se hai intenzione di utilizzare un’e-mail diversa per tutto, non sarà sufficiente.

Se non vuoi preoccuparti di passare attraverso un servizio di alias, puoi sempre creare il tuo account alternativo su qualsiasi provider di posta elettronica che usi e metterlo giù per tutte le cose che non vuoi dare il tuo vero indirizzo email per. Ridurrà la quantità di posta indesiderata che ricevi nella tua vera posta in arrivo, ma se usi quell’unico indirizzo email abbastanza volte in un numero sufficiente di posti, diventerà un identificatore di te tanto quanto lo è il tuo vero indirizzo email.

Blocca quei tracker

Sia che tu stia fornendo il tuo vero indirizzo e-mail o utilizzando un alias, potresti non volere che i mittenti di e-mail sappiano se e quando leggi i loro messaggi. loro possono imparare molto su di te solo da quello. Questo monitoraggio avviene attraverso minuscole immagini – un pixel, in pratica – incorporate nell’e-mail. Quando apri l’e-mail, fa una chiamata al server su cui è ospitata l’immagine, che dice al servizio di tracciamento che hai aperto l’e-mail, quante volte l’hai aperta, quando l’hai aperta, alcune informazioni sul dispositivo che utilizzavi aprilo e possibilmente anche il tuo indirizzo IP (molti provider di posta elettronica lo hanno interrotto; Gmail, ad esempio, instrada le richieste di immagini attraverso i suoi server, che mascherano il tuo indirizzo IP).

Alcune delle stesse società che offrono alias e-mail hanno anche servizi di blocco del tracker. Apple ha lanciato la sua funzione di blocco del tracker, Mail Privacy Protection, l’anno scorso con iOS15. La buona notizia è che la protezione della privacy di Mail è gratuita e facile da abilitare: o la prima volta che hai aperto Mail hai ricevuto un messaggio che ti chiedeva se volevi attivarlo, oppure è una questione di trovarlo nelle tue impostazioni. La cattiva notizia è che funziona solo nell’app Mail di Apple.

Il servizio di posta di Proton abilita la protezione del tracker per impostazione predefinita ed è disponibile sia con i livelli gratuiti che a pagamento. Ti dirà quali tracker sono stati bloccati e da chi provengono, dandoti la possibilità di spiare le aziende che ti spiano. Ma la protezione del tracker è disponibile solo sul sito Web di Proton. Proton dice che arriverà presto sull’app mobile.

Il servizio di protezione e-mail di DuckDuckGo non è legato a nessuna azienda o sistema operativo. Rileva e filtra i tracker prima che raggiungano la tua (reale) casella di posta. Rimuove anche i tracker dai collegamenti con le e-mail e ti farà sapere se un’e-mail conteneva tracker e da chi provengono. Giusto per darti un’idea di quanto siano pervasivi questi tracker: DuckDuckGo afferma che circa l’85% delle e-mail che sono passate attraverso il suo nuovo servizio durante la fase beta di Email Protection contenevano tracker.

I livelli gratuito e premium di Firefox Relay rimuovono anche i tracker. Nota che sia DuckDuckGo che le opzioni di Firefox rimuovono solo i tracker dalle e-mail che li attraversano; ovvero, le e-mail che arrivano tramite le e-mail alias che hai creato con i loro servizi. Non stanno rimuovendo i tracker dalle e-mail che vanno direttamente al tuo vero indirizzo e-mail.

Infine, puoi sempre seguire la strada del fai-da-te accedendo alle tue impostazioni e-mail e assicurandoti di aver scelto di non scaricare automaticamente le immagini. In Gmail, ad esempio, puoi farlo andando su Impostazioni > Generale > immagini > Chiedi prima di visualizzare immagini esterne. Lo svantaggio di questo metodo è che le tue email potrebbero sembrare un mare di icone di immagini rotte, dal momento che non stai solo bloccando i tracker, stai bloccando tutte le immagini ospitate esternamente, anche se sono perfettamente innocue.

Un’ultima nota: sebbene questi servizi e tecniche proteggano sicuramente la tua privacy in una certa misura, nulla è infallibile. Se ci sono informazioni identificative allegate al tuo indirizzo e-mail alias – forse hai creato un account utilizzandolo e poi ordini qualcosa da consegnare al tuo vero indirizzo fisico usando il tuo vero nome – non sarà difficile per un broker di dati abbinarlo indietro da te. Sebbene i tracker blocker siano efficaci, c’è sempre la possibilità che i marketer e i servizi di tracciamento che utilizzano trovino un altro modo per rintracciarti attraverso le tue e-mail. E poi inizieremo l’intero processo per capire come bloccare di nuovo quei tracker.

Leave your comment