Il Board of Managers del College Football Playoff venerdì ha votato per espandere il campo dei playoff a 12 squadre con l’obiettivo di implementare il formato più ampio il prima possibile, affermano fonti Dennis Dodd di CBS Sports. Il voto unanime è un primo passo importante per spingere i playoff oltre l’attuale formato a quattro squadre.

Il girone ampliato a 12 squadre, che il consiglio vuole iniziare già nella stagione 2024, vedrà i sei campioni della conference con il punteggio più alto come qualificazioni automatiche insieme alle sei squadre in generale con il punteggio più alto dopo la stagione.

Mentre il consiglio di amministrazione di 11 membri – inclusi presidenti e cancellieri universitari che rappresentano ciascuna delle 10 conferenze FBS, più il presidente di Notre Dame John Jenkins – ha approvato l’espansione come concetto, è solo il primo passo per garantire che il campo vada oltre le quattro squadre. Ora spetta ai 10 commissari FBS e al direttore atletico di Notre Dame Jack Swarbrick, coloro che compongono il Comitato di gestione della CFP, supervisionare l’attuazione.

Il comitato si riunirà giovedì a Irving, in Texas.

Tra gli argomenti principali in agenda ci sarà quando iniziare l’implementazione del campo a 12 squadre. Potrebbe essere istituito già nel 2024 o fino alla stagione 2026 una volta scaduto il contratto di 12 anni del CFP con ESPN.

Una sottocommissione CFP composta da commissari FBS che ha sviluppato questa fascia a 12 squadre ha ricevuto un’accoglienza favorevole quando è stata introdotta per la prima volta nel giugno 2021. Dopo quella presentazione e prima che l’espansione potesse essere approvata, il riallineamento ha scosso gli sport universitari mentre il Texas e l’Oklahoma hanno annunciato l’intenzione di lasciare il Big 12 per la SEC.

Dato che il commissario della SEC Greg Sankey e l’allora commissario Big 12 Bob Bowlsby facevano parte di quella sottocommissione CFP, i ranghi sono stati sconvolti con altri commissari della conferenza che hanno interrotto le conversazioni sull’espansione mentre rivalutavano i posti dei loro campionati nello sport.

Prima è arrivata un’alleanza tra ACC, Big Ten e Pac-12 con le conferenze che hanno accettato di votare come blocco su questioni chiave. Quell’alleanza ha ostacolato l’espansione a gennaio. 10 con un punteggio di 8-3 a sostegno del passaggio a un campo più ampio; era necessario un voto unanime per approvare l’espansione. Nel febbraio 2022, dato che il consiglio si aspettava in gran parte un timbro di gomma nella votazione precedente, l’espansione era considerata un argomento accantonato per il prossimo futuro.

I Big Ten che hanno spazzato via USC e UCLA dal Pac-12 la scorsa offseason, una continuazione di questo round di riallineamento, hanno posto chiaramente fine a quell’alleanza di breve durata. Forse ha aperto la porta a colloqui rivitalizzati dato che l’ACC, Big 12 e Pac-12 non porteranno le entrate dei diritti dei media al livello di Big Ten e SEC nel prossimo futuro.

Il direttore esecutivo della CFP Bill Hancock aveva precedentemente affermato che i playoff non si sarebbero ampliati prima della fine del suo attuale contratto, che scadrà nel 2025. Nel rilasciare siti di gioco del campionato nazionale fino alla stagione 2025 poche settimane fa, Atlanta ospiterà dopo il 2024 stagione, nel sud della Florida l’anno successivo — il CFP ha apparentemente confermato che un cambio di formato non si sarebbe verificato prima.

Se il CFP mira ad espandersi prima della fine del suo contratto ESPN, deve affrontare l’ostacolo di dover trovare un numero sufficiente di siti di gioco (possibilmente nel campus per le partite iniziali) e attuare una logistica adeguata (camere d’albergo, strutture per gli allenamenti, ecc.) in un breve periodo di tempo. Sebbene questi rimangano grandi ostacoli, diverse fonti hanno detto a Dodd che tutto potrebbe essere cancellato entro 28 mesi fino a un playoff potenzialmente ampliato nel 2024.

“La mia risposta in generale è, se le persone sono disposte [to do it]tutto può succedere”, ha affermato il commissario di Mountain West Craig Thompson, uno dei quattro membri chiave di quella sottocommissione insieme a Sankey, Bowlsby e Swarbrick.

Un playoff a 12 squadre è stato valutato a $ 1,2 miliardi all’anno, fonti del settore hanno detto a Dodd, rispetto agli attuali $ 600 milioni che la CFP sta guadagnando da ESPN. Non attuando l’espansione prima della stagione 2026, il CFP lascerebbe soldi significativi sul tavolo. ESPN manterrebbe i diritti su eventuali giochi CFP aggiuntivi durante gli ultimi due anni del suo contratto di 12 anni.

Rimane un ampio sostegno affinché i diritti dei media CFP vengano assegnati a più offerenti una volta scaduto il contratto ESPN. The Big Ten ha recentemente firmato un accordo annuale da 1,2 miliardi di dollari con CBS, Fox e NBC per mandare in onda i suoi giochi.

Leave your comment