Le ricostruzioni NBA sono diventate sempre più omogenee negli ultimi anni. Sebbene ci siano lievi variazioni nel processo, tendono principalmente a seguire alcune versioni di questo ciclo:

  • Sii cattivo per qualche anno. Accumula scelte della lotteria.
  • Sviluppa quelle scelte della lotteria in giocatori in grado di raggiungere i playoff.
  • Scambia una pila di scelte future con un’altra stella del presente per aiutare quelle giovani scelte della lotteria a fare una spinta al campionato.

Abbiamo visto due esempi da manuale all’inizio della bassa stagione. Il Minnesota, fresco del suo primo posto ai playoff dal 2018, ha scambiato quattro scelte del primo turno, uno scambio e diversi giocatori con lo Utah per Rudy Gobert. Atlanta, dopo due viaggi consecutivi di playoff seguiti a tre anni alla lotteria, ha rinunciato a tre scelte e uno scambio per Dejounte Murray.

È una progressione sensata per alcuni motivi. Dal punto di vista salariale, consente alle squadre di aggiungere giocatori costosi mentre i loro giovani stanno ancora guadagnando al di sotto del valore di mercato. Evita anche la voglia di viaggiare che i migliori giocatori stanno vivendo in età sempre più giovane. Il tuo miglior giocatore non ha bisogno di fantasticare di collaborare con un altro grande nome altrove quando può farlo nel suo cortile. E poi c’è l’ovvio: aggiungere un grande giocatore aiuta una buona squadra a vincere le partite di basket.

Ecco perché il prezzo è così alto e, in molti casi, proibitivo. il Knicks ha scelto di non scambiare per Donovan Mitchell proprio per questo motivo. Non è solo il valore delle scelte perse, ma ciò che rappresentano. A meno che tu non abbia una cassa di guerra infinita come Oklahoma City, puoi scambiare tutte le tue scelte solo una volta. Sbagli l’affare e rimani bloccato con l’elenco sbagliato a tempo indeterminato. Un elenco non risolvibile è il modo più semplice per perdere una stella. Immagina se Brooklyn avesse avuto bisogno di scambiare Kevin Durant in questa bassa stagione nonostante Houston controllasse le sue prossime cinque scelte del primo round e capirai la gravità del rischio che un tale scambio di stelle rappresenta per la maggior parte delle squadre.

Questo è ciò che rende l’acquisizione di Mitchell da parte di Cleveland una vittoria così schiacciante per il franchise. Sono riusciti a far atterrare un All-Star di 25 anni senza correre un tale rischio. Per una moltitudine di motivi, potrebbero aver appena fatto uno degli scambi di superstar più sicuri nella memoria recente.

Il contratto di Mitchell è un motivo centrale per questo. Con tre anni garantiti rimasti sul suo contratto e un conto di salute relativamente pulito, il cavalieri non solo può essere relativamente certo che Mitchell giocherà a un livello All-Star per loro ma, se necessario, mantenere il fascino di un All-Star nei futuri negoziati commerciali se le cose andranno male. Mentre gli All-Star con contratti in scadenza in genere non recuperano gli stessi pacchetti di quelli con accordi a lungo termine, in genere riescono comunque a riportare guadagni significativi anche quando il team di acquisizione è incerto sul proprio futuro.

il rapaci ha fatto un affare su Kawhi Leonard a causa del suo accordo in scadenza, ma DeMar DeRozan, Jakob Poeltl e una scelta al primo turno non sono certo un idiota. Paul George ha catturato Victor Oladipo e Domantas Sabonis da a Tuono squadra disposta a tirare i dadi su George prima del libero arbitrio, e sebbene nessuno dei due avesse il denaro che avrebbe guadagnato un giorno, Sabonis è stato rimosso per un anno dall’essere scelto n. 11 in totale e Oladipo aveva appena firmato un contratto da 80 milioni di dollari. Entrambi avevano valore.

Quindi immagina uno scenario peggiore in cui questo va a sud per Cleveland e il nativo di New York finisce per voler tornare a casa nel 2024. I Cavaliers probabilmente non potrebbero recuperare le scelte che ha investito in Mitchell, ma potrebbe richiedere un vecchio RJ Barrett in un accordo con i Knicks, o se è cresciuto oltre l’inclusione in tali colloqui, prova a riavere il tipo di pacchetto di noleggio che Toronto e Oklahoma City una volta hanno pagato per le loro ex star. Barrett, una grande ala in grado di tirare, dribblare e difendere, si inserirebbe perfettamente nell’attuale nucleo di Cleveland. Così sarebbe un numero qualsiasi di altri giocatori che potrebbero probabilmente recuperare in un secondo scambio Mitchell se uno si rendesse necessario.

La barra sarebbe significativamente più bassa per Cleveland a quel punto di quanto sarebbe per la maggior parte delle squadre che cercano di spostare una stella perché i Cavaliers ne hanno già tre. Non avrebbero bisogno di un pacchetto Mitchell per avviare una ricostruzione. Con Darius Garland, Evan Mobley e Jarrett Allen ancora sotto il controllo della squadra, avrebbero cercato veterani che si adattassero a loro. Questi giocatori sono quasi sempre disponibili quando le stelle sono sul tavolo. Lo Utah ha ripreso più veterani di livello iniziale come più riempitivi di stipendio nell’accordo Gobert.

Quelle stelle in carica limitano anche il lato positivo delle scelte che Cleveland sta regalando. L’ultima scelta dell’accordo arriverà nel 2029, che seguirà l’ottava stagione NBA di Mobley. Anche se è costretto a firmare un prolungamento di quattro anni da rookie a causa del fatto che Mitchell e Garland occupano i due posti salariali da rookie designati della squadra, sarebbe comunque sotto contratto per tutta la stagione 2028-29. Garland viene firmato durante la campagna 2027-28. Allen è sotto contratto fino al 2026. Tutti e tre hanno 24 anni o meno. Salvo infortuni, quel trio dovrebbe essere abbastanza buono per Cleveland nel prossimo futuro.

Questo non lo rende un cattivo scambio per lo Utah. il Jazz hanno accumulato così tanto capitale alla leva che a questo punto è importante la semplice diversificazione. Ottenere scelte non protette da un’altra squadra aumenta le probabilità che le cose vadano in tilt per almeno uno di loro lungo la linea. Ma i Cavs non dovrebbero essere così preoccupati di inviare a Danny Ainge il tipo di scelte che ha fatto una volta Brooklyn. Anche se Mitchell decide di non rimanere a Cleveland, il loro futuro era già abbastanza luminoso da evitare un simile disastro.

Questa è la sicurezza che Atlanta e il Minnesota non avevano. il falchi hanno solo due anni con Murray e, a causa delle regole di estensione limitanti della CBA, rischiano seriamente di perderlo come free agent illimitato se le cose vanno male. Il rischio del Minnesota sta nell’età di Gobert. Oggi è molto prezioso. Ha anche 30 anni e fa molto affidamento sull’atletismo che potrebbe svanire abbastanza rapidamente. Nessuna delle due squadre può facilmente uscire dal proprio roster attuale, se necessario, come può fare Cleveland. La maggior parte delle squadre che fanno il tipo di mossa all-in che di solito vediamo per le superstar riescono a fare quella mossa solo una volta. Potrebbe non essere vero per Cleveland. Non sono nemmeno bloccati nel loro attuale cast di supporto.

Mobley ha ancora un contratto da rookie. Allen ha firmato un contratto da 100 milioni di dollari la scorsa offseason che all’epoca sembrava più grande di quanto non fosse. Quell’accordo non include aumenti annuali, quindi guadagnerà $ 20 milioni per le prossime quattro stagioni nonostante i salti annuali del tetto. Anche con Mitchell e Garland al massimo e Okoro e Ricky Rubio ancora sui libri, hanno meno di $ 110 milioni di stipendio impegnato per la stagione 2023-24. Il limite di quella stagione è attualmente previsto a $ 133 milioni.

Se hanno bisogno di rimodellare la parte non stellare del loro elenco attraverso il libero arbitrio tra un anno, saranno in grado di farlo. Se vogliono inseguire un quinto pezzo importante, scaricare Okoro e Rubio mentre rifiutano la loro opzione di squadra su Cedi Osman potrebbe portarli a circa $ 30 milioni nello spazio. Come suona Jerami Grant come difensore esterno che manca a questa squadra? Anche Harrison Barnes e Kyle Kuzma hanno senso.

Potrebbero anche avere la possibilità di ottenere un premio più grande un anno dopo. Proprio quando pensavi che le voci su LeBron James potessero essere messe a tacere una volta per tutte, va notato che per tutte le scelte a cui Cleveland ha appena rinunciato, la loro ultima selezione libera al primo turno arriverà nel 2024… quando Bronny James diventa eleggibile al draft e il vecchio LeBron può diventare di nuovo un free agent. Fallo come vuoi.

Anche se i Cavaliers sicuramente non sono fissi su un’altra riunione di James, tutto questo probabilmente si è combinato per motivare la loro decisione di sacrificare praticamente tutto il capitale rimanente. Anche senza ulteriori scelte da scambiare, i Cavs hanno mantenuto un’opzionalità significativa andando avanti. Se hanno bisogno di usare il libero arbitrio la prossima stagione, possono farlo. Se hanno bisogno di fare un altro grande scambio tra due estati, possono farlo anche loro. Possono fare tutto questo sapendo che Garland e Mobley danno loro un piano estremamente alto per la maggior parte del resto del decennio. Con quel piano installato in modo sicuro, hanno fatto un home run su Mitchell per cercare di alzare il soffitto e, nel processo, sono riusciti a fare il tipo di commercio a basso rischio e ad alto rendimento che la maggior parte dei front office può solo sognare.

Leave your comment